Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus a Perugia, prostitute sorprese in strada malgrado il decreto: quattro denunce

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Prostitute sorprese in strada nonostante il decreto anti coronavirus. Ma ora scattano le denunce per violazione delle restrizioni imposte dal presidente del Consiglio dei ministri. Quattro le lucciole denunciate dai carabinieri della Compagnia di Perugia che hanno fatto controlli in via Trasimeno Ovest, una delle arterie cittadine più afflitte dalla prostituzione su strada. Viene contestata la violazione dell'articolo 650 del codice penale (inosservanza dei provvedimenti dell'autorità), punita con l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino a 206 euro. Denunciate anche tre persone che viaggiavano in periferia a bordo di un'auto: hanno giustificato l'uscita con l'esigenza di fare la spesa malgrado fosse tarda sera. Il decreto del presidente del Consiglio, come nota, vieta gli spostamenti senza valido motivo. Leggi anche Coronavirus: arrestato noto esponente delle 'ndrangheta