Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sorpreso in scooter a spacciare cocaina, arrestato

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri di Perugia, a conclusione di una complessa attività di controllo del territorio finalizzata a reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo umbro, hanno arrestato un pusher albanese, sorpreso subito dopo aver ceduto una dose di cocaina ad un cliente perugino. Da tempo i militari dell'Arma erano sulle tracce del giovane spacciatore albanese che, sfrecciando per le vie di Ponte Valleceppi, a bordo di uno scooter di grossa cilindrata, distribuiva dosi di cocaina pura a svariati tossicodipendenti del capoluogo. Il ventiduenne albanese, senza una stabile attività lavorativa, già noto alle forze dell'ordine per i suoi precedenti, nel gennaio scorso era stato rimpatriato in Albania a seguito di un decreto di espulsione emesso dall'autorità di pubblica sicurezza italiana. Dopo appena due mesi, rientrato clandestinamente in Italia, aveva ripreso l'attività di spaccio nella periferia perugina, muovendosi con disinvoltura - anche se non ha mai trascurato di adottare le cautele e le contromisure necessarie per sfuggire ai controlli dei carabinieri - nella zona di Ponte Valleceppi. Mimetizzandosi fra gli acquirenti, alcuni carabinieri in abiti civili, sono riusciti a documentare le varie fasi dello spaccio: dopo aver fermato l'acquirente, subito dopo aver consegnato il denaro - pari a 70 euro - pagato come prezzo per la dose di cocaina, a conclusione di un breve inseguimento lungo la E45 una cellula operativa del Nucleo investigativo è riuscito a bloccare il pusher a bordo del grosso ciclomotore. Nel corso della perquisizione personale sono state rinvenute altre 4 dosi di cocaina. All'arrestato è stato anche sequestrato del denaro contante, pari a quasi tremila euro, ritenuto provento dell'attività di spaccio.