Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Coldiretti: "Crescita record per la produzione di alimenti e bevande, inutile assaltare i negozi"

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Con l'aumento record del 6,8% della produzione di alimenti e bevande a gennaio ci sono tutte le condizioni per garantire gli approvvigionamenti di mercati, negozi e supermercati dove vanno evitati inutili e pericolosi affollamenti. È quanto afferma Coldiretti sulla base dei dati Istat sulla produzione industriale a gennaio 2020 rispetto allo scorso anno, dopo il decreto del Presidente del Consiglio che prevede la possibilità di uscire di casa per recarsi a fare la spesa di generi alimentari che rientrano tra le categorie che possono sempre restare aperte. L'approvvigionamento alimentare, secondo Coldiretti, è garantito grazie al lavoro di 740 mila aziende agricole, 70 mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati. Una filiera che allargata dai campi agli scaffali fino alla ristorazione vale 538 miliardi pari al 25% del Pil e vede impegnati al lavoro 3,8 milioni di persone per garantire l'approvvigionamento alimentare all'intera popolazione. Tutto questo "nonostante il fatto che - sottolinea Coldiretti - l'espansione del Covid-19 stia provocando gravi difficoltà produttive, logistiche e commerciali a livello nazionale".