Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Seggiolini antiabbandono, il tempo stringe per mettersi in regola. Dal 6 marzo scattano le multe

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Il tempo per mettersi in regola con i seggiolini o i dispositivi antiabbandono è quasi scaduto.Venerdì 6 marzo scatteranno le sanzioni a chi sarà beccato sprovvisto. L'obbligo riguarda chi trasporta in auto bambini al di sotto dei 4 anni di età come prescritto dal decreto attuativo dell'articolo 172 del codice della strada. La legge 19 novembre 2019 n.157 ha introdotto questo obbligo per evitare la disgrazia delle morti dei bambini abbandonati in auto dai genitori a causa di episodi di amnesia dissociativa. Le sanzioni? Da un minimo di 83 a un massimo di 333 euro (58 e 100 con pagamenti entro i cinque giorni dalla multa), ma anche la sottrazione di 5 punti dalla patente e sospensione in caso di due infrazioni nell'arco di due anni. Per mettersi in regola ci sono tre tipologie di dispositivo: integrato al seggiolino, in dotazione al veicolo oppure indipendente. In ogni caso il dispositivo anti abbandono deve attivarsi autonomamente senza l'intervento del genitore e avere un certificato di conformità fornito dal produttore stesso e che deve essere esibito in caso di controllo da parte della Stradale. Inoltre dal 20 febbraio è possibile richiedere il bonus (30 euro) come contributo totale o parziale per l'acquisto del dispositivo registrandosi al sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il bonus è riservato sia ai nuovi acquisti che a quelli già effettuati. Le richieste devono avvenire entro 60 giorni dalla data di lancio del 20 febbraio 2020.