Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furto in una gioielleria, arrestata intera famiglia

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri di Todi hanno individuato ed arrestato quattro persone, facenti parte dello stesso nucleo familiare, ritenute responsabili del furto in danno di una gioielleria del posto di numerosi monili. I fatti Lo scorso mese di marzo, alcuni commercianti di una frazione del tuderte hanno notato quattro persone, due anziani e due giovani, che si aggiravano con atteggiamento sospetto nei pressi di una gioielleria. Tale segnalazione è stata raccolta dai carabinieri che hanno avviato le verifiche del caso accertando che una coppia di cinquantenni, ben vestiti e distinti, è entrata in una gioielleria di Todi, chiedendo di poter acquistare alcuni oggetti, nel contempo è sopraggiunta una seconda coppia, molto più giovane, che ha distratto la proprietaria dell'esercizio, dando la possibilità alle due persone più mature di asportare tre rotoli contenenti numerosi monili per un valore di circa 18.000 euro. Gli stessi militari, approfondendo gli accertamenti, hanno stabilito che i quattro, con il medesimo modus operandi, avevano tentato di mettere a segno un altro furto in una seconda gioielleria, non riuscendoci per la pronta reazione di una commessa. I militari, attraverso una complessa attività investigativa, sono riusciti a dare un nome agli autori dei gravi fatti in disamina: si tratta di due coniugi C.M. di 55 anni e P.C. di 53 anni, del figlio C.S. di 22 anni e della nuora 22enne (V.I.). I quattro sono tutti domiciliati a Bologna e con numerosi pregiudizi penali, anche specifici commessi in diverse località del territorio nazionale. La Procura della Repubblica di Spoleto, condividendo il quadro indiziario tracciato dai militari del Norm, ha chiesto e ottenuto dal gip la misura cautelare del carcere per i due coniugi, mentre i due giovani sono finiti agli arresti domiciliari. Non si esclude che gli arrestati si siano resi responsabili di altri analoghi furti in Umbria.