Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Chiude il fidanzato in una valigia, poi s'addormenta e lui muore

Pietro Paolo Savini
  • a
  • a
  • a

Tragica fine di un gioco tra fidanzati. O, almeno, così sembrerebbe stando al racconto di uno dei due. Ma i dubbi non mancano. Lei, 42 anni, racconta di aver chiuso il fidanzato in una valigia, di essersi poi addormentata e di essersi poi svegliata trovando morto soffocato il suo uomo, anche lui 42enne, "dimenticato" da lei ancora chiuso nella valigia. E' accaduto lunedì 24 febbraio 2020 negli Stati Uniti, in Florida, e ne dà notizia il 26 febbraio il New York Post che pubblica on line anche le immagini dell'arresto della donna. A raccontare come sono andate le cose è stata quindi proprio lei, Sarah Boone, che, interrogata dalla polizia della contea di Orange, ha descritto l'accaduto come un gioco finito male. Agli investigatori - riferisce infatti il New York Post in un articolo a firma di Vincent Barone - ha raccontato di aver chiuso il fidanzato Jorge Torrez in una valigia blu con la zip mentre i due stavano giocando una sorta di nascondino dopo aver bevuto degli alcolici. Sarah ha raccontato "che erano d'accordo e che sarebbe stato divertente perché Torrez sarebbe dovuto saltare fuori all'improvviso dalla valigia". Ma la vicenda è andata diversamente. Sarah, nell'attesa di veder saltar fuori il fidanzato dalla valigia, ha raccontato di essersi addormentata sul letto. "Un sonno - racconta ancora il New York Post - durato per ore e interrotto solo dallo squillo di un telefono cellulare che ha fatto svegliare Sarah facendola precipitare verso la valigia". La donna ha chiamato più volte il suo fidanzato, ancora chiuso nella valigia. Ma non ha ricevuto risposte. A questo punto ha deciso di chiamare la polizia telefonando al 911. Lo sceriffo della contea di Orange ha quindi interrogato la donna, annotando le sue dichiarazioni che ora saranno portate sul tavolo del giudice. Ci sono alcuni aspetti della vicenda, però, che non convincono gli investigatori. "I poliziotti - scrive infatti ancora il New York Post - hanno detto di aver trovato un piccolo taglio sul labbro di Torrez e lividi intorno all'occhio e hanno anche recuperato due video dal telefonino di Sarah girati mentre prende in giro il fidanzato intrappolato nella valigia". In questi video la donna riderebbe a crepapelle mentre chiama il nome del fidanzato e mentre è consapevole che non risponde e che non è più in grado di respirare. In uno di questi video pronuncerebbe anche una frase del tipo "Bene, ora fai quello che fai a me quando mi soffochi... e senti quello che io sento quando mi tradisci". Uno dei video mostrerebbe anche gli inutili e disperati tentativi dell'uomo di uscire dalla valigia mentre implora la donna  di aiutarlo. Lo sceriffo sospetta possa trattarsi di un omicidio premeditato e ha disposto l'arresto immediato della donna.