Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, truffa da 760 mila euro e fatture false ad Assisi: denunciati titolari di azienda agricola

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

I titolari di un'azienda agricola e il loro complice sono stati denunciati dal comando provinciale della guardia di finanza di Perugia alla Procura della Repubblica per truffa ai danni dello Stato e per l'utilizzo e l'emissione di fatture false. In ballo ci sono finanziamenti ottenuti illegalmente per un ammontare complessivo di 760 mila euro Dopo avere realizzato un mulino, una fattoria didattica e diversi impianti fotovoltaici, i proprietari dell'azienda avevano pensato di utilizzare delle fatture false, emesse da un soggetto compiacente che non aveva mai partecipato alla costruzione delle opere, per gonfiare i costi di costruzione e ottenere indebitamente centinaia di migliaia di euro di finanziamenti pubblici. Complice della truffa un sedicente imprenditore edile, di origine croata, incaricato di emettere le fatture false per prestazioni, mai effettuate, del valore di 270 mila euro. Per simulare l'avvenuta realizzazione delle prestazioni in realtà mai eseguite, il pagamento avveniva regolarmente. Contestualmente, però, l'imprenditore restituiva i soldi mediante bonifici recanti causali improbabili, del tutto incompatibili con le sue condizioni economiche. Nel corso delle indagini svolte dalla tenenza di Assisi della guardia di finanza è emerso che l'azienda agricola aveva ottenuto indebitamente ben 760 mila euro di finanziamenti pubblici, come rivelato dall'esame della documentazione custodita presso gli uffici della Regione Umbria.