Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sesso a pagamento con un cane, offerta choc di due studentesse

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Una storia che ha dell'incredibile. Un centro massaggi di Perugia trasformato in una casa per appuntamenti, con due studentesse universitarie che offrivano prestazioni sessuali a clienti facoltosi. Fin qui, a parte l'inevitabile indignazione, nulla di così straordinario. L'aspetto curioso è che con 100 euro in più era previsto l'intervento extra del cane di una delle due, addestrata "ad hoc" nell'arte del sesso orale. Proprio così. Con 100 euro in più una femmina meticcia nera di media taglia praticava sesso orale al cliente di turno; la denuncia è arrivata da Aidaa (Associazione italiana in difesa di animali e ambiente), con il presidente Lorenzo Croce, che da anni si batte per far diventare reato la pratica del sesso con animali anche a livello europeo. E' stato proprio lui a mettersi in contatto con le due studentesse (una di Milano e l'altra di Lecce) e a smascherarle. Le due ragazze sono state immediatamente cacciate dalla casa dalla proprietaria. L'associazione sta ora ricostruendo il giro dei clienti in modo da poterli denunciare tutti per il reato di maltrattamento del cane. "Per quanto ci risulta le due - ha affermato Croce - rispettivamente di 24 e 26 anni hanno abbandonato i corsi universitari e sono tornate nelle loro città di origine”.