Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I vini dell'Umbria alla conquista di Parigi: da Montefalco al Trasimeno, dieci cantine in trasferta

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

L'Umbria del vino vola per la prima volta a Parigi. Ancora uno stand collettivo, firmato da Umbria Top Wines, per immergersi in un contesto di livello globale insieme a 2.220 espositori da tutto il mondo. Dopo aver archiviato con successo la trasferta olandese al Bellavita Expo di Amsterdam, la società cooperativa del vino umbro che raggruppa oggi la maggioranza delle aziende vitivinicole regionali, con una rappresentanza di 10 cantine sarà quindi al Wine Paris (Paris Expo Porte de Versailles) dal 10 al 12 febbraio 2020. E sarà sempre il claim Umbria wine experience a promuovere i vini della regione con la comunicazione targata Umbria Top – anche grazie all'immagine scelta per lo stand – che questa volta intende promuovere l'esperienza in vigna che il produttore vive, mettendo al centro una macchina agricola e il lavoro dell'uomo. “Il nostro stand collettivo – afferma il presidente di Umbria Top, Massimo Sepiacci – si pone l'obiettivo di stimolare la conoscenza del territorio regionale in un contesto, come la Francia, dove il vino è riconosciuto come leva fondamentale dell'economia ma allo stesso tempo dove è grande la richiesta di novità e qualità . Ci aspettiamo di incontrare compratori provenienti da tutto il mondo”. Queste le 10 cantine espositrici presenti e provenienti da varie aree vinicole dell'Umbria come Montefalco, Orvieto, Perugia, Spoleto, Torgiano, Trasimeno: Adanti, Andrea Formilli Fendi, Cantine Neri, Chiorri, Colle Uncinano, Cantina del Trasimeno - Duca della Corgna, Le Cimate, Lungarotti, Tenuta Bellafonte, Tudernum.