Genitori di Terni condannati in appello a Perugia per maltrattamenti nei confronti dei due figli piccoli

IL PROCESSO

Genitori di Terni condannati in appello a Perugia per maltrattamenti nei confronti dei due figli piccoli

01.02.2020 - 21:26

0

In primo grado, era il 20 luglio 2018, il tribunale di Terni li aveva assolti “perché il fatto non costituisce reato”.

Una sentenza che venerdì 31 gennaio 2020 la corte d'appello di Perugia - presidente Pierucci, giudici Belardi e Venarucci - ha ribaltato dopo l'impugnazione da parte della procura generale e della parte civile, l'avvocato Francesca Abbati in veste di curatore speciale e difensore dei due minorenni maltrattati, una bambina di 8 anni e il fratellino di 10.

I loro genitori - un 50enne e una 32enne, entrambi di Terni - sono stati infatti condannati ad un anno e sei mesi di reclusione ciascuno, pena sospesa, per maltrattamenti in famiglia.

I due erano stati arrestati nel dicembre del 2015 dai carabinieri della Compagnia di Terni, a seguito dell'indagine sviluppata insieme al pm Elisabetta Massini. (LEGGI LA NOTIZIA DELL'EPOCA)

Pesanti le contestazioni mosse dagli inquirenti a carico della coppia ternana, riassumibili in un contesto di totale mancanza di affetto e di risposte verso le naturali richieste dei due bambini.

In particolare al padre 50enne erano state addebitate tutta una serie di condotte offensive, denigratorie ed anche violente verso i piccoli: insulti, minacce ma anche schiaffi, calci, oggetti lanciati verso di loro. Sintomatico l’episodio emerso in sede dibattimentale di una ciabatta dapprima scagliata, poi ripresa e tirata più volte fino a quando il figlio non era stato colpito.

Non più tenue l'imputazione per la madre di 32 anni che, secondo la procura, non si prendeva cura dei figli, spesso mortificandoli ed evitando di accudirli, lavarli, nutrirli adeguatamente e condurli dal medico quando necessario.

A fare qualcosa, a sostegno dei fratellini, sarebbe stata solo la compagna della madre che con la coppia condivideva spesso e volentieri l'abitazione e la sua intimità. Un quadro complesso, pesante, stigmatizzato dagli stessi investigatori al tempo dell'arresto.

Non condiviso, almeno nei termini che avevano portato alla richiesta di condanna, dal tribunale di Terni ma rivalutato dalla corte d'appello perugina.

L'indagine era partita da una segnalazione confidenziale fatta ad un'assistente sociale da una conoscente della madre.

Segnalazione che poi era giunta all'attenzione della procura e quindi dei carabinieri del comando stazione di Terni che avevano raccolto le prime testimonianze fra insegnanti, assistenti sociali, pediatri.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Video Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze continua a Dubai tra cene romantiche e balli scatenati
Social

Video Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze continua a Dubai tra cene romantiche e balli scatenati

Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze si è spostato a Dubai dove la coppia trascorre serate fantastiche tra cene a lume di candela e balli scatenati. E' la stessa showgirl ternana a postare su Instagram alcuni momenti della seconda tappa della luna di miele. Dopo aver lasciato il freddo e la neve della Lapponia, Samanta Togni e Mario Russo si godono i 26 gradi degli Emirati Arabi dove ...

 
Coronavirus, Conte: ”Un focolaio diffuso perché un ospedale non ha seguito i protocolli”

Coronavirus, Conte: ”Un focolaio diffuso perché un ospedale non ha seguito i protocolli”

(Agenzia Vista) Roma, 24 febbraio 2020 24-02-20 Coronavirus, Conte: ”Un focolaio diffuso perché un ospedale non ha seguito i protocolli” ”Un focolaio diffuso perché un ospedale non ha seguito i protocolli”. Queste le parole del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte all’arrivo alla Protezione Civile di Roma in merito alla diffusione del coronavirus in nord Italia. Il presidente è giunto alla ...

 
Addio Kobe Bryant, il discorso in lacrime di Michael Jordan: "Era un fratello"
il ricordo

Video Addio Kobe Bryant, il discorso in lacrime di Michael Jordan: "Era un fratello"

Più di ventimila persone hanno preso parte allo Staples Center di Los Angeles alla commemorazione in onore di Kobe Bryant, morto il 26 gennaio 2020 a 41 anni, insieme alla figlia 13enne Gigi e ad altre sette persone in un incidente aereo mentre viaggiava a bordo di un elicottero a Calabasas in California. La "casa" dei Los Angeles Lakers era piena in ogni ordine di posti, come accadeva in ...

 
Paradiso delle signore, sembra di essere in una città ed invece gli studi di Videa sono in mezzo ad un bosco
Soap

Paradiso delle signore, sembra di essere in una città ed invece gli studi di Videa sono in mezzo ad un bosco

Gli eleganti locali del grande magazzino del Paradiso delle signore, che nella fiction di Rai1 sembrano affacciarsi su una trafficata via, sono in realtà in mezzo ad un bosco.  Ecco dove tutte le mattine, qualche volta dall'alba al tramonto, girano le scene gli attori gli attori della fiction. Gli studi della Videa Studi Televisivi, un dei più importanti centri di produzione italiani, si stendono ...

 
Video Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze continua a Dubai tra cene romantiche e balli scatenati

Social

Video Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze continua a Dubai tra cene romantiche e balli scatenati

Samanta Togni e Mario Russo, il viaggio di nozze si è spostato a Dubai dove la coppia trascorre serate fantastiche tra cene a lume di candela e balli scatenati. E' la stessa ...

25.02.2020

Coronavirus, Mission: Impossible con Tom Cruise si ferma. A Venezia bloccate le riprese del film

Epidemia

Coronavirus, Mission: Impossible con Tom Cruise si ferma. A Venezia bloccate le riprese del film

Coronavirus, Mission: Impossible con Tom Cruise si ferma. A Venezia sono state bloccate le riprese del film a causa del virus cinese. Cruise avrebbe dovuto girare in alcuni ...

25.02.2020

Paradiso delle signore, sembra di essere in una città ed invece gli studi di Videa sono in mezzo ad un bosco

Soap

Paradiso delle signore, sembra di essere in una città ed invece gli studi di Videa sono in mezzo ad un bosco

Gli eleganti locali del grande magazzino del Paradiso delle signore, che nella fiction di Rai1 sembrano affacciarsi su una trafficata via, sono in realtà in mezzo ad un bosco....

25.02.2020