Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Operazione antidoping, 50 indagati e perquisizioni in palestre e società sportive anche in Umbria

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Perquisizioni in 30 province italiane nell'ambito dell'operazione antidoping svolta dai carabinieri di Ascoli Piceno e del Nas di Ancona che ha portato alla scoperta di un traffico di farmaci a effetto dopante, importati illecitamente dall'Est Europa. Cinquanta gli indagati e 55 le perquisizioni disposte dalla Procura picena nelle province di Ascoli, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brescia, Cagliari, Cremona, Ferrara, Foggia, Latina, Lodi, Lucca, Massa Carrara, Messina, Milano, Padova, Parma, Perugia, Pesaro-Urbino, Reggio Calabria, Roma, Savona, Siracusa, Taranto, Terni, Torino, Trapani, Treviso, Trieste, Varese e Viterbo. Sono state sequestrate migliaia di confezioni di farmaci dopanti, tra cui nandrolone, testosterone, ormone della crescita e steroidi anabolizzanti che venivano smerciati fra frequentatori di palestre e sportivi amatoriali per un giro d'affari da 500 mila euro. A carico degli indagati le accuse di ricettazione, utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, nonché importazione illegale e vendita di medicinali al pubblico a distanza mediante i servizi della società dell'informazione senza autorizzazione.