Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rogo Thyssen, processo da rifare: la rabbia dei familiari

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Le sezioni unite penali della Cassazione hanno annullato con rinvio le condanne ai manager imputati per il rogo della Thyssen di Torino, nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, nel quale persero la vita sette operai. Ci sarà dunque un nuovo processo d'appello per rideterminare le pene dei sei imputati. La Cassazione ha deciso di rinviare gli atti alla corte d'assise d'appello di Torino. I giudici supremi hanno confermato la responsabilità degli imputati ma hanno annullato senza rinvio una parte della sentenza di appello che riguarda una delle aggravanti contestate. I dettagli si conosceranno quando verranno depositate le motivazioni (entro 90 giorni). I familiari delle vittime hanno contestato con forza la decisione: "Non hanno avuto il coraggio di emettere una sentenza". I familiari temono che le pene -che già in appello erano state ridotte rispetto al primo grado - possano essere ulteriormente abbassate.