Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, trovati due mini telefoni in una cella. Detenuto tenta il suicidio e poi si scaglia contro un agente

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Nella mattina del 14 gennaio nel carcere di Capanne, a Perugia, gli agenti della polizia penitenziaria hanno trovato due micro cellulari nascosti in una cella. Il detenuto sospettato di aver introdotto i telefoni ha poi cercato di impiccarsi, ma è stato soccorso e guardato a vista. Dopo circa mezz'ora, senza apparente motivo, si è scagliato contro un agente colpendolo in faccia. Il poliziotto è stato portato in ospedale. A rendere noto l'accaduto il sindacato Sappe. Il segretario generale, Donato Capece, ha parole di elogio per la penitenziaria umbra: "E' grazie a loro se le situazioni critiche non degenerano". Capece torna a chiedere che al ministero della giustizia si insedi un tavolo operativo "per trovare idonee e urgenti soluzioni ai problemi penitenziari".