Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, oltre 5 mila a letto con l'influenza, colpiti soprattutto i bambini: ecco i sintomi e la dieta giusta per guarire

default_image

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Sono oltre 5.000 gli umbri colpiti dall'influenza nella prima settimana di gennaio, mentre il conto totale degli italiani ammalati ammonta circa a 1.877.000 dall'inizio della sorveglianza. È quanto emerge da un'elaborazione della Coldiretti Umbria su dati dell'Istituto superiore di Sanità. Nella prima settimana del 2020 - sottolinea Coldiretti - in Umbria la fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un'incidenza pari a 28,41 casi per mille assistiti, mentre nella fascia 5-14 anni l'incidenza è di 13,85 per mille assistiti, nei giovani-adulti (15-64 anni) è di 3,05 e negli anziani di 1,32 casi per mille assistiti. Secondo il rapporto aggiornato InfluNet nella prima settimana del 2020, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Campania, sono le regioni maggiormente colpite, con l'incidenza che ha superato i cinque casi per mille assistiti (in Umbria il totale incidenza è stato di 5,80). Secondo Coldiretti, aumentare le calorie consumate, iniziando la mattina con latte, miele o marmellata e portando poi a tavola soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta, aiuta a rafforzare con l'apporto di vitamine le difese immunitarie dal rischio dell'insorgere dell'influenza favorita dal freddo. Oltre a frutta e verdura ricca di antiossidanti nella dieta per sconfiggere l'influenza non devono mancare - continua Coldiretti - latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici quali yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l'aglio, che contiene una sostanza, l'allicina, particolarmente attiva nella prevenzione.