Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, pestaggio in carcere a Orvieto: un ferito grave. Il Sappe denuncia: "E' stata una spedizione punitiva"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Alta tensione nel carcere di Orvieto: nel pomeriggio di venerdì 27 dicembre c'è stata una "spedizione punitiva" che ha provocato "il pestaggio da parte di detenuti ancora da identificare nei confronti di altro soggetto detenuto italiano attualmente ricoverato presso il nosocomio orvietano a seguito dell'aggressione subita". Quest'ultimo, subito soccorso, "e attulmente piantonato dal personale di polizia penitenziaria, ha subito gravi lesioni che come appreso hanno determinato un trauma cranico e diverse fratture ossee". A dare notizia dell'accaduto è il Sappe, il sindacato autonomo polizia penitenziaria, il primo e più rappresentativo del personale di polizia in servizio nelle carceri del Paese. Il segretario generale, Donato Capece, denuncia: "Un carcere che prima prevedeva la presenza di soggetti detenuti con basso profilo di pericolosità in quanto a custodia attenuata, oggi invece è destinazione di soggetti facinorosi ma che nonostante ciò, risulta tutt'ora aperto, per i detenuti, fino alle 21 e totalmente sguarnito di personale", conclude. Leggi anche: Rissa tra detenuti dietro le sbarre