Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo: torna il maltempo con temporali, neve e burrasche di vento. Dove e quando colpirà

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

La tregua è finita. E' in arrivo un'ondata di maltempo che colpirà l'Italia. Per giovedì è previsto il passaggio della perturbazione mediterranea, poi secondo gli esperti di 3b meteo, il flusso perturbato atlantico "tornerà a far visita alle latitudini mediterranee con un intenso sistema frontale responsabile di un netto peggioramento venerdì a partire dal Nordovest. I fenomeni si estenderanno rapidamente a Triveneto e regioni tirreniche, mentre a brevissima distanza seguirà un secondo intenso fronte sabato che dalla Sardegna punterà le regioni centro-meridionali a partire da quelle tirreniche". METEO VENERDÌ Al Nord maltempo sin dalle prime ore al Nordovest con piogge e rovesci anche forti, specie su Liguria, alto Piemonte ed est Valle d'Aosta, in estensione ad ovest Emilia, alta Lombardia, Trentino, alto Veneto e Friuli VG. Fenomeni più deboli altrove, anche assenti sulla Romagna. In serata fenomeni in attenuazione su estremo Nordovest. Neve abbondante sulle Alpi occidentali dai 1200/1500m, a quote superiori sulle Dolomiti. Al Centro nubi i aumento sulle tirreniche con piogge e rovesci a partire dalla Toscana in estensione a Lazio ed entro sera alle interne adriatiche. Asciutto sulle coste adriatiche con maggiori schiarite. Peggiora i Sardegna con piogge dal pomeriggio. Al Sud qualche pioggia al mattino su Campania e alta Calabria tirrenica, in miglioramento dal pomeriggio. Più soleggiato altrove, ma la sera qualche pioggia di nuovo in Campania, in estensione alle restanti zone tirreniche. Temperature in calo al Nord, Venti che diverranno molto forti da sud-sudovest, da sudest sull'Adriatico. METEO SABATO Ancora qualche fenomeno al Nord su Levante Ligure e Alpi orientali con neve dai 1300m, ma fenomeni in esaurimento. Maltempo anche intenso sulle regioni centro-meridionali tirreniche, specie tra Lazio e Campania, con rovesci, temporali e fenomeni in sconfinamento ai versanti adriatici e ionici ma in forma più attenuata. Neve sull'Appennino settentrionale dai 1500m. Instabile sulle isole maggiori, ma migliora in giornata. Temperature in calo. Venti forti sudoccidentali. Acqua alta nelle prime ore della giornata sulla Laguna Veneta.