Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rimane senza lavoroe dopo 4 mesi lo sfrattanoinsieme alle figlie disabili

L'odissea di un ex operaio grafico che iora è costretto a dormire in strada, ma rifiuta la proposta dei Servizi sociali

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

A quattro mesi di distanza torna d'attualità la drammatica storia della famiglia di Hassan Alani, operaio grafico rimasto senza lavoro e senza indennità di disoccupazione, che già lo scorso giugno era alle prese con uno sfratto esecutivo in quanto era oltre un anno che non pagava l'affitto. Lunedì scorso, assistito dai carabinieri, l'ufficiale giudiziario ha eseguito il provvedimento e quindi Alami e la sua famiglia sono rimasti senza un tetto. Avuta la notizia, l'Ufficio servizi sociali si è adoperato per trovare una degna e adeguata sistemazione alla famiglia, in quanto è noto che l'uomo ha due bambine disabili e la sussistenza familiare è garantita dai soldi delle due piccole pensioni. “Il servizio sociale - spiega Alami - ci ha proposto di mettere la moglie e le tre figlie all'interno della casa famiglia del Sacro Cuore a San Giacomo, mentre io non posso andare con loro così devo dormire per strada e dividermi dai miei figli e mia moglie. Io, i miei figli e mia moglie abbiamo rifiutato questa proposta".