Scavizzi: “In via degli Ortacci e in piazza 40 Martiri tagli e potature senza criteri”

Scavizzi: “In via degli Ortacci e in piazza 40 Martiri tagli e potature senza criteri”

“Stiamo assistendo  a disinvolte operazioni di taglio di alberi anche secolari con la motivazione della loro supposta pericolosità, senza che ciò sia supportato da pareri scritti, derivanti da approfondite valutazioni operate da esperti nel settore”. Ad alzare la voce è il geologo Ubaldo Emanuele Scavizzi.

19.07.2013 - 15:56

0

“Stiamo assistendo  a disinvolte operazioni di taglio di alberi anche secolari con la motivazione della loro supposta pericolosità, senza che ciò sia supportato da pareri scritti, derivanti da approfondite valutazioni operate da esperti nel settore”. Ad alzare la voce è il geologo Ubaldo Emanuele Scavizzi sui tagli e sulle potature nel centro storico e nelle vicinanze effettuati in questi giorni e segnatamente quelli eseguiti nei giardini piccoli di piazza 40 e in via degli Ortacci. “Tagli – ha aggiunto Scavizzi - che privano a poco a poco la città del suo patrimonio arboreo monumentale. Nel caso recentissimo dei giardini piccoli di piazza 40 Martiri, un pino domestico di età superiore agli 80 anni, è stato abbattuto in fretta e furia a causa della sua inclinazione (esistente peraltro da anni), quando forse avrebbe potuto essere salvato, ad esempio mediante una ragionata potatura dei rami che spostavano il peso dalla parte della pendenza e una contemporanea messa in sicurezza tramite tiranti d’acciaio sul lato opposto, ancorati a pali radice infissi a terra, magari vicino alla stazione Arpa, che non avrebbe sofferto dalla vicinanza di un tirante d’acciaio; in ogni caso, mi chiedo se altre opzioni, oltre all’abbattimento, siano state considerate al momento della decisione”. Scavizzi mette sotto la lente anche il caso recentissimo di via degli Ortacci, dove sono state abbattute alcune piante di robinia: “Erano sicuramente secche o al termine del loro ciclo vegetativo, ma accanto a queste, sono state brutalmente capitozzate in vista del definitivo abbattimento, altre piante, quelle poste nella parte bassa della via, che apparivano in buono stato di salute e che non mostravano indizi di pericolosità, come dimostra anche l’osservazione della superficie di taglio dei grossi rami di queste ultime, perfettamente integra. Nella foga dei tagli, è stato abbattuto anche un lampione della via. Da questi come da altri episodi simili avvenuti di recente, si comprende come la mancanza di un censimento e di uno studio complessivo che sia in grado di individuare lo stato di salute e di eventuale pericolosità del patrimonio arboreo cittadino, oltreché di indicare le corrette modalità di potatura e di intervento, redatto da un pool di competenti in materia in possesso dei titoli richiesti, renda priva di un fondamento scientifico ogni decisione di intervento. Ricordo che il centro storico è soggetto a vincolo ambientale che non può essere aggirato con diagnosi di pericolosità a volte difficilmente dimostrabili”. Scavizzi ha messo la questione sul tavolo del commissario prefettizio D’Alessandro e su quello della Soprintendenza chiedendo di agire perché innanzitutto sia fermato il totale abbattimento delle robinie in via degli Ortacci: “Si provveda anche - ha concluso - alla sostituzione degli alberi rimossi sia negli anni scorsi (ad esempio in via Campo di Marte), che di recente nei giardini piccoli di piazza 40 Martiri, e nella stessa via degli Ortacci, con specie magari meno ‘pericolose’ (ammesso che lo siano), ma altrettanto ombrose e profumate, come ad esempio il tiglio. Credo che su questi temi non si possa prescindere, oltreché da uno studio, da un confronto con la popolazione, con le associazioni di tutela ambientale e con la Soprintendenza”.

Guido Giovagnoli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Alessi, 600 alunni  in protesta davanti al liceo riuniti nello slogan: "Studenti presenti, preside assente"
Scuola

Alessi, 600 alunni in protesta davanti al liceo riuniti nello slogan: "Studenti presenti, preside assente"

Più di seicento studenti del liceo scientifico Galeazzo Alessi, circa metà degli iscritti (1.265 in totale ndr), venerdì 28 febbraio si sono riuniti dalle 8 di mattina nel piazzale dell’istituto in via Ruggero D’Andreotto a Perugia per chiedere una gestione più efficiente da parte della dirigente scolastica, Laura Carmen Paladino. Ad alternarsi al microfono per stigmatizzare disagi e criticità ...

 
Mafia, ucciso fratello di un boss nel Palermitano: agguato in auto
Sicilia

Mafia, ucciso fratello di un boss nel Palermitano: agguato in auto

Omicidio a Belmonte Mezzagno, centro agricolo in provincia di Palermo. Agostino Alessandro Migliore, fratello del presunto boss Giovanni, arrestato nell'operazione Cupola 2.0, è stato trovato ucciso, a colpi di arma da fuoco, nella sua auto in via Togliatti, intorno alle 5 del mattino del 28 febbraio 2020 Sul caso indagano i carabinieri. Per approfondire leggi anche: Mafia, preso il boss ...

 
Coronavirus, Cirio: "Abbiamo riportato a casa i piemontesi di Alassio, per loro quarantena"

Coronavirus, Cirio: "Abbiamo riportato a casa i piemontesi di Alassio, per loro quarantena"

(Agenzia Vista) Torino, 28 febbraio 2020 Coronavirus, Cirio: "Abbiamo riportato a casa i piemontesi di Alassio, per loro quarantena" Il Governatore del Piemonte aggiorna i cittadini tramite la sua pagina Facebook con le ultime notizie sul Coronavirus. Sono rientrati in regione i piemontesi ad Alassio, resteranno in quarantena Fonte Facebook Alberto Cirio Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
Coronavirus, Marsilio Abbiamo un caso in Abruzzo, famiglia in quarantena

Coronavirus, Marsilio Abbiamo un caso in Abruzzo, famiglia in quarantena

(Agenzia Vista) L'Aquila, 28 febbraio 2020 Coronavirus, Marsilio Abbiamo un caso in Abruzzo, famiglia in quarantena Il governatore abruzzese: "Nonostante il caso accertato a Roseto, l’Abruzzo non vedrà mutata la sua classificazione di «regione senza cluster», in quanto il contagio è stato esterno e non c’è alcun focolaio del virus sul nostro territorio regionale. La nostra Regione non adotterà ...

 
Revocato il divieto di avvicinamento allo stalker che molestava Sabrina Ferilli

ONANO

Revocato il divieto di avvicinamento allo stalker che molestava Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli perseguitata, è tornato libero del tutto l’uomo condannato per stalking ai suoi danni. Il giudice Salvatore Iulia, che nei giorni scorsi gli aveva inflitto un ...

29.02.2020

Masterchef 9, i profili dei 4 finalisti del cooking show di Sky Uno

in tv

Masterchef 9, i profili dei 4 finalisti del cooking show di Sky Uno

Quattro pretendenti e una poltrona, quella di Masterchef 9 che vale 100 mila euro e la possibilità di pubblicare il proprio primo ibro di ricette. E' questo l'obiettivo del ...

28.02.2020

Samanta Togni torna in Umbria dopo il viaggio di nozze con Mario Russo. La foto del buongiorno su Instagram

Il personaggio

Samanta Togni torna in Umbria dopo il viaggio di nozze con Mario Russo. La foto del buongiorno su Instagram

Samanta Togni è rientrata ieri in Italia dal viaggio di nozze a Dubai (con tanto di mascherina anti Coronavirus), seconda tappa della sua luna di miele dopo la Lapponia. ...

28.02.2020