Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Capanne, rivolta in carcere dopo il suicidio del detenuto

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Giornata di tensioni nel carcere perugino di Capanne. Dopo il suicidio di un detenuto tunisino di 37 anni, trovato venerdì mattina impiccato in cella di isolamento, per ore è andata in scena una vera e propria sommossa. Gli altri detenuti hanno incendiato materassi e si sono rifiutati di rientrare nelle loro sezioni e nelle loro celle. La situazione è andata avanti per ore. Dopo alcune trattative, è stato deciso l'uso degli agenti antisommossa che hanno rinchiuso i detenuti nelle loro celle. Nell'azione di contenimento, alcuni agenti sono rimasti leggermente contusi. Ma anche a quel punto la situazione non si è risolta: i detenuti hanno proseguito a protestare rifiutando anche il vitto. Intanto il cadavere del 37enne morto è a disposizione dell'Autorità giudiziaria. Nei prossimi giorno il pm disporrà l'autopsia.