Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, chiuso per 5 giorni il bar della rissa a Perugia. Arresti convalidati e multe per gli avventori

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Chiuso il bar della rissa a Castel del Piano, multe per cinque avventori. Convalidati i quattro arresti. Continua a restare massimo il livello di allerta che il questore della provincia di Perugia, Antonio Sbordone, ha posto in essere attraverso una strategia preventiva basata sull'azione sinergica tra le varie forze dell'ordine e una presenza costante sul territorio al fine anche di evitare nuove improvvise impennate della curva di contaminazione Covid-19 nella provincia di Perugia. L'inflessibilità verso determinate gestioni di esercizi commerciali, dove più alte possono essere le probabilità di assembramento e di eventuali problematiche legate all'ordine pubblico ha portato alla decisione di disporre la chiusura per cinque giorni, del bar luogo della  rissa consumata nella nottata di giovedì in quanto il responsabile del locale "non ha provveduto a far rispettare le prescritte norme comportamentali da parte dei propri clienti riguardante il rispetto delle distanze sociali e l'uso delle mascherine", è scritto in una nota della questura. “Il tema della “movida sconsiderata” è un argomento molto serio da prendere in considerazione con duplice valenza – sostiene il Questore di Perugia, Antonio Sbordone – ostacolare la diffusione del virus covid-19 in questa delicata ed importantissima fase-2 e garantire l'ordine e la sicurezza pubblica, fattore essenziale per gestire in modo ottimale le criticità del periodo. ”Oltre alla chiusura del locale, la Questura di Perugia ha emesso cinque sanzioni a carico dei quattro arrestati ed un avventore del locale in questione in quanto, grazie all'analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza del locale, è stato possibile identificare ed accertare il mancato uso delle mascherine, dispositivi sanitari di protezione obbligatori.