Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, anche il Molise dico no al Dpcm di Conte sulla ripartenza dopo il lockdown

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Non solo il governatore della Campania, il battagliero Vincenzo De Luca. Anche il Molise, con il presidente Donato Toma, a quanto apprende l'Adnkronos ha dato parere negativo al  del governo sul secondo step di uscita dal lockdown dell'emergenza Coronavirus. All'alba di domenica 17 maggio, quando è andato in scena un nuovo round tra governo e Regioni sulle linee guida, un volta ricucita la frattura e siglata una nuova intesa, De Luca e Toma avevano riaperto la partita, chiedendo un'ulteriore assunzione di responsabilità da parte dell'esecutivo. Poi, per problemi tecnici, la videoconferenza era saltata, e vista anche la tarda ora  -le 3,30 del mattino - la riunione non era stata riconvocata, l'intesa data per assodata visto che i nodi principali erano stati sbrogliati. Ma Toma e De Luca hanno tenuto il punto, nessuno dei due ha dato parere favorevole al Dpcm, nonostante le linee guida regionali siano state allegate al decreto, in fede all'accordo raggiunto. Così il Molise ha adottato l'ordinanza, ma facendo arrivare il suo no forte e chiaro a Roma. Un no che si affianca a quello campano.