Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, troppi assembramenti: chiusi tavoli e panchine al percorso verde

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Assembramenti, partite a carte, esercizi sportivi sulle attrezzature fisse. Blitz della polizia locale di Perugia in parchi e aree verdi. Dopo una riapertura soft (ma non senza problemi), lunedì, ieri sono stati segnalati numerosi comportamenti in violazione delle normative del dpcm del 26 aprile. Durante i controlli del mattino le pattuglie hanno verificato che al percorso verde c'erano numerose persone sedute su tavoli e panchine. Sono stati fatti sgomberare e sono state delimitate le strutture. Dove carenti, gli agenti hanno provveduto a delimitare e rendere inaccessibili sia le attrezzature per fare sport sempre lungo il percorso verde e in altri parchi, sia i giochi per bambini. Intanto le persone controllate nella giornata del 5 maggio, ai fini delle verifica dell'osservanza in tutta la provincia delle misure di contenimento per l'emergenza Coronavirus, sono state 1.933, fa sapere la prefettura di Perugia. I controlli “hanno portato alla contestazione di 22 violazioni nei confronti di altrettanti trasgressori, che come noto, “a seguito dell'entrata in vigore del decreto legge 19/2020, sono punite con la sanzione amministrative pecuniaria che va da 400 a 3.000 euro”, è scritto in una nota dell'ufficio territoriale di governo. Si è ridotto notevolmente il numero di sanzioni effettuate, su disposizione delle prefetture: l'obiettivo è di gestire la fase2 più con interventi deterrenti e informativi, che vessatori. Lo stesso sarà fatto nei controlli interforze nelle aziende che hanno ripreso l'attività e che la riprenderanno nei prossimi giorni: attività informativa in primis, anche se è prevista la sospensione in caso di violazioni.