Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Palazzo Chigi e fase 2: "Ecco chi si potrà incontrare da lunedì 4 maggio ma solo per necessità"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Fase 2 dell'emergenza Coronavirus per lunedì 4 maggio. Chi si potrà incontrare lunedì visto che Palazzo Chigi non chiarisce chi sono le persone "legate da un solido legame affettivo"? Intanto arrivano risposte sulle domande per cosa succederà nella fase 2 di lunedì, pubblicate sul sito. Per approfondire leggi anche: Domande più frequenti sulle misure adottate dal governo Sicuramente familiari, consanguineri e acquisiti, ma anche fidanzati compagni, conviventi. Ecco la lista pubblicata sul sito del governo: I coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge). Nelle risposte alle domande frequenti Palazzo Chigi dà l'indicazione del senso di queste visite che sarà possibile fare: sempre limitate al massimo, non un avanti e indietro tra case di familiari, parenti e affini ma incontri dettati da necessità e sempre protetti. "Sono consentiti gli spostamenti per incontrare esclusivamente i propri congiunti, che devono considerarsi tra gli spostamenti giustificati per necessità. E' comunque fortemente raccomandato - scrive Palazzo Chigi - limitare al massimo gli incontri con persone non conviventi, poiché questo aumenta il rischio di contagio. In occasione di questi incontri devono essere rispettati: il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l'obbligo di usare le mascherine". E dunque sicuramente i familiari consanguinei, in linea retta e in linea orizzontale. E dunque: nonni, genitori, figli, nipoti. E poi: fratelli, sorelle, zie e cugini. Ma anche, come definito dal codice civile sotto la definizione "affini", i familiari acquisiti da parte del coniuge: quindi per intenderci ad una moglie sarà consentito incontrare tutti i familiari consanguinei del marito ( suoceri, cognati, nipoti acquisiti) e viceversa. Stando ad una sentenza della Cassazione che riconosce i fidanzati come persone legate "da un solido e duratore legame affettivo" l'interpretazione che dovrebbe arrivare sembra essere estesa anche a fidanzati, compagni, coppie di fatto.