Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, ambulatori mobili per test rapidi pit-stop davanti agli ospedali umbri

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Gli ambulatori mobili saranno utilizzati nei parcheggi davanti agli ospedali umbri per fare test rapidi e tamponi in modalità pit-stop, radunando le persone in macchina e facendo i prelievi sul posto”. L'annuncio è dell'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto. “Gli ambulatori mobili di Croce Rossa, Misericordia e Anpas saranno utilizzati in modo coordinato dalla Regione. Oltre allo screening davanti agli ospedali, gli ambulatori mobili saranno impiegati per testare a fine quarantena i pazienti sintomatici o paucisintomatici in isolamento domiciliari”, ha detto Coletto. “In questo senso”, conclude l'assessore, “andranno a supporto della Usca”. Le unità speciali di continuità assistenziale che curano sul territorio i malati Covid. Il calendario degli interventi sarà deciso oggi. Uno degli obiettivi è completare la verifica sulle residenze protette. C'è anche la possibilità di fare screening completi - test sierologici più tamponi molecolari - nei comuni più isolati. E più colpiti. Come a Giove. E' stato messa a punto anche una procedura standard. “I Comuni”, è scritto nel progetto, “comunicano alla Prociv i nominativi dei soggetti da studiare e la sede dove avverranno i test. A questo punto i mezzi raggiungono il comune: prende il via il prelievo con personale Asl. I risultati sono trasmessi alla Prociv che li invia alla Regione per la valutazione statistica”.