Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, monitoraggio nelle carceri, effettuati tamponi a detenuti e agenti della penitenziaria

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Coronavirus in Umbria, monitoraggio nelle carceri dove sono stati 1304 in totale i tamponi effettuati. “Nell'ambito del Piano predisposto dalla Regione per la gestione delle fragilità indotte da Covid-19 – ha spiegato l'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto – la priorità è riuscire ad individuare le persone in condizione di fragilità che, in questo periodo di emergenza, rischia di diventare ancora più grave, ma l'ulteriore sfida è quella di proteggere le comunità dal rischio di infezione evitando che possano trasformarsi in veri e propri focolai come, purtroppo, è già accaduto in altre regioni. A tal fine, sono stati definiti dei percorsi per garantire la salute degli ospiti di queste strutture e di tutti coloro che vi lavorano. In questo contesto, è stata dedicata grande attenzione alle quattro carceri del territorio regionale”. Su 2482 soggetti, di cui 1451 detenuti e 1031 tra polizia penitenziaria, operatori e sanitari, sono stati effettuati 1304 tamponi pari al 52,54% dei soggetti totali: 276 tamponi sono stati fatti ai detenuti (19,02%), altri 1028 (99,71%) sono stati effettuati sul personale in servizio, gli unici a non essere stati monitorati sono stati i soggetti in ferie o assenti per un lungo periodo.