Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus e fase 2, Conte su spostamenti e autocertificazione: "Allentamento regole, ma no liberi tutti"

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Fra le disposizioni che saranno previste nel nuovo decreto del governo per la fase 2 dell'emergenza Coronavirus, le più attese sono quelle relative agli spostamenti. Ha parlato anche di questo il premier Giuseppe Conte in un'intervista a "la Repubblica", spiegando che "non siamo ancora nella condizione di ripristinare una piena libertà di movimento, ma stiamo studiando un allentamento delle attuali, più rigide restrizioni. Ho già anticipato che non sarà un 'libera tutti'. Faremo in modo di consentire maggiori spostamenti, conservando, però, tutte le garanzie di prevenzione e di contenimento del contagio". Sulla base della dichiarazione del presidente del consiglio, le ipotesi più accreditate parlano di autocertificazione non più obbligatoria per gli spostamenti da un comune all'altro, a patto che siano previsti all'interno dei confini della regione; probabile il ritorno a frequentare i parchi nel rispetto delle regole per il distanziamento sociale e, di conseguenza, la possibilità di svolgere attività fisica amatoriale all'aperto, in primis il jogging.