Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Umbria, coltivare orti e giardini è possibile anche se distanti abitazione: lo conferma la Regione

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, in Umbria coltivare orti per il consumo familiare e curare i giardini privati è possibile anche se questi non sono adiacenti alla propria abitazione. E' quanto conferma la Regione Umbria, che ha chiesto al riguardo chiarimenti alla Prefettura di Perugia.  “E' consentito, anche al di fuori del Comune di residenza, lo svolgimento di attività lavorative su superfici agricole, anche di limitate dimensioni, adibite alle produzioni per autoconsumo, non adiacenti alla prima o altra abitazione", evidenzia la Regione in una nota specificando che tra le attività consentite rientrano la cura e manutenzione di parchi e giardini pubblici e privati e del paesaggio agrario e rurale.      Resta “fermo altresì che nei territori dei Comuni per i quali è stata dichiarata un'emergenza fitosanitaria continuano a potere e dovere essere eseguite su tutte le superfici, anche di limitate dimensioni, le buone pratiche agronomiche ed ambientali”, si specifica.