Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, fermato a un controllo a Gualdo Tadino tenta di colpire i carabinieri con il macete

Felice Fedeli
  • a
  • a
  • a

Lo fermano a un posto di controllo legato alle disposizioni per evitare la diffusione del Coronavirus, tira fuori il macete e minaccia i carabinieri forestali. E' successo in una frazione collinare di Gualdo Tadino, dove un uomo di 39 anni alla guida di uno scooter, appunto, è stato fermato per un normalissimo controllo. Nel corso delle verifiche delle autocertificazioni e dei documenti, i militari si sono resi conto che il motorino era stato rubato. A quel punto il trentanovenne si è visto scoperto e ha repentinamente estratto un macete che nascondeva nel vano sotto la sella del motorino. Approfittando della confusione che si è venuta a creare l'uomo ha provato a darsi alla fuga nelle campagne intorno. Raggiunto e disarmato, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, minacce aggravate dall'uso del macete. In Umbria c'erano già stati episodi movimentati, ad esempio a Bastia Umbra, mai così però.