Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, fase 2 in preparazione: la bozza del calendario delle riaperture, da maggio a settembre

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Se il premier Giuseppe Conte ha allungato il lockdown sino al 3 maggio (clicca qui), il Governo lavora sulla fase 2. Quella delle riaperture, scaglionate, di tutti i settori. Allo studio c'è una bozza di un calendario che possa partire da metà mese per arrivare sino a settembre. L'esigenza è quella di trovare un punto di equilibrio tra riaperture e sicurezza della salute. Se da martedì potranno riaprire librerie, cartolerie e attività legate al taglio del legno, dal 18 aprile potranno esserci novità per le aziende agricole e industriali. Il 4 maggio sarà di nuovo permessa la circolazione di cittadini con obblighi precisi (mascherina e distanza di sicurezza) e in quella data dovrebbero riaprire attività commerciali come negozi tessili, di arredamento e abbigliamento (con ingressi scaglionati e prenotazioni). Il 12 maggio dovrebbe toccare agli uffici professionali e ai tribunali, nella settimana dal 18 al 25 maggio invece attività legate alla ristorazione, ma anche estetisti, parrucchieri e barbieri (ma con obbligo di ingressi singoli). Il 31 maggio dovrebbe essere la data in cui potranno ripartire i campionati di calcio e degli altri sport collettivi. A giugno potranno riaprire i vari centri sportivi, a settembre le scuole superiori ma da stabilire come.