Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria: aumentano i guariti, nessun morto, solo 7 casi positivi in più e ricoveri in calo

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

I dati sull'emergenza Coronavirus in Umbria segnalano, alle 8 di sabato 11 aprile, una situazione tale da confermare che la luce in fondo al tunnel è ben visibile. Non è ancora il caso di abbassare la guardia e questo è chiaro, ma l'importante è che arrivino segnali incoraggianti sia per chi è ancora alle prese con gli effetti del Covid 19, sia per chi - medici, infermieri e personale impegnato in prima linea - si sta battendo per sconfiggerlo. Rispetto ai dati forniti venerdì 10 aprile (LEGGI LA TABELLA) dalla Regione dell'Umbria, i casi positivi (in totale 1.309) sono aumentati di 7 unità mentre ci sono 33 pazienti guariti in più, 31 in provincia di Perugia e 2 in quella di Terni. Nel dettaglio, risultano 342 clinicamente guariti (+3), di cui 270 (-5) nella provincia di Perugia e 72 (+8) in quella di Terni. Dato ulteriormente confortante è quello dello zero registrato per ciò che riguarda i morti, fermi dunque a quota 52: 30 nella provincia di Perugia, 17 in quella di Terni e 4 di fuori regione. Dei 1.309 positivi (47 dei quali provengono da fuori regione) attualmente sono ricoverati in 176 (-9): nell'ospedale di Perugia sono 46 (-3), 49 (-4) in quello di Terni, 31 (=) a Città di Castello, 39 (-2) a Pantalla, 4(=) a Orvieto, 7 (=) a Foligno. In terapia intensiva sono ricoverate 39 persone (dato invariato rispetto al giorno precedente), di cui 15 (+1) a Perugia, 13 (-1) a Terni, 5 (=) a Città di Castello, 4 a Orvieto (=) e 2 (=) a Foligno. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.176 (-108): di questi, 2575 (-86) sono nella provincia di Perugia e 601 (-22) in quella di Terni. Sempre alla stessa data, risultano 8.053 (+696) persone uscite dall'isolamento, di cui 6.415 (+532) nella provincia di Perugia e 1638 (+164) in quella di Terni. Per ciò che riguarda i tamponi effettuati, se ne contano 1.337 in più e portano il totale degli esami a quota 17.662.