Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, direttore Sanità Dario: "In Umbria minori rimasti soli per ricovero dei genitori"

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

"Anche in Umbria a causa dell'emergenza Coronavirus ci sono minori che restano soli per il ricovero di padre, madre e nonni contagiati da Covid": lo ha reso noto il direttore regionale Sanità, Claudio Dario, nel corso della conferenza stampa della Regione Umbria di venerdì 3 aprile. Palazzo Donini ha reso noto il piano per le fasce "fragili" colpite dal virus, che prevede screening nelle case per anziani in caso di operatori o ospiti positivi. C'è un sistema di monitoraggio presieduto da Anci (Associazione nazionale comuni italiani) che "raccoglie su un numero unico di telefono le segnalazioni di minori con ricovero di emergenza dei genitori". Poi è sono gli operatori del distretto ad intervenire. Viene individuata una struttura di sollievo nell'ambito della propria zona sociale. Per i positivi senza complessità sono previste strutture  media intensità di trattamento. Per le persone fragili con bassa autosufficienza che devono essere messe in isolamento sono in fase di reperimento strutture a bassa intensità in tutto il territorio regionale. C'è un progetto per attivare i tamponi nelle 190 Rsa (per anziani, disabili, soggetti con problemi psichiatrici e alle prese con dipendenze)pari a 3.644 posti letto.