Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Brasile alle prostitute: "Fate il telelavoro". Lo smart working indicato da Bolsonaro

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Il Coronavirus colpisce duro anche in Brasile (leggi dell'ospedale al Maracanà)  così il governo raccomanda alle prostitute lo smart working. “Fate il telelavoro”: così il Brasile si è rivolto alle prostitute in un opuscolo in cui si elencano i pericoli derivanti dall'epidemia di Coronavirus. Uno di questi è proprio il contatto fisico. Damares Alves, ministro brasiliano delle Donne, della Famiglia e dei Diritti umani, ha fatto stampare un opuscolo, realizzato appositamente per la popolazione più povera e quella Lgbt considerando che “una parte significativa di questa popolazione vive in condizioni di maggiore vulnerabilità sociale e, pertanto, può essere più esposta all'infezione”. “I lavoratori autonomi, le prostitute e le persone senza un reddito fisso sono le più colpite. Ma non è nella crisi che nascono buone idee? Se devi lavorare, parlare con i tuoi clienti, prova l'opzione di servizio virtuale” si legge nella brochure in cui poi si raccomanda di mantenere l'isolamento sociale, evitando assembramenti che potrebbero essere pericolosi per il proprio stato di salute. Per la cronaca il presidente Jair Bolsonaro aveva minimizzato la pandemia nei giorni scorsi. E ora arrivano queste disposizioni.