Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, c'è il rischio che possa ripartire in autunno secondo l'Istituto Superiore di Sanità

Giovanni Rezza (Iss)

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Il rischio che il Coronavirus possa ripresentarsi in autunno è alto, se non si troverà una strategia. Il virus «circolerà finché non si creerà un'immunità di gregge, oppure non si trova un vaccino. Rischiamo continua reintroduzioni perché persisterà nella popolazione e dobbiamo essere attenti a intercettare eventuali focolai. Forse d'estate si trasmetterà di meno, ma in autunno ci sarà il rischio che riparta» è l'allarme di Giovanni Rezza, direttore Malattie infettive dell'Istituto superiore della sanità. «Se abbattiamo finalmente la trasmissione, poi dobbiamo evitare che tutto riparta» spiega l'esperto a La Repubblica riflettendo anche sul futuro dell'epidemia di Covid-19 in Italia. Il momento è delicato e gli errori non sono ammessi: se l'epidemia dovesse ripartire in futuro, avverte Rezza, «c'è il rischio di chiudere di nuovo tutto».