Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Umbria, la cioccolateria di Norcia rischia di crollare. Annullati gli ordini delle uova di Pasqua

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Il Coronavirus uccide anche le piccole imprese artigianali dell'Umbria. Per la cioccolateria Vetusta Nursia, per esempio, ormai è una disdetta dietro l'altra. Le uova di cioccolato e le colombe di Pasqua sono prodotti ad altissimo valore simbolico del Paese ma in un momento di così forte emergenza sanitaria la gente volge lo sguardo altrove. Arianna Verucci, titolare del piccolo laboratorio di Norcia, parla di un crollo delle vendite. “Noi lavoriamo molto con associazioni, gruppi, pasticcerie e anche supermercati, purtroppo ogni giorno abbiamo ordini annullati”, racconta. Parla e ha la voce strozzata dal pianto Arianna che pure è una che davvero non si arrende facilmente. La scossa tremenda del 30 ottobre aveva messo ko la piccola impresa di famiglia. La struttura era rimasta fortemente danneggiata, la produzione perduta. Ma lei, che nel frattempo aveva perso anche entrambi i genitori, aveva deciso di andare avanti e ripartire con le sue forze. “Piano piano ci stavamo riprendendo, pensavamo che questa Pasqua avrebbe davvero segnato la nostra rinascita, invece siamo più devastati che mai", evidenzia Verucci. Servizio integrale sul Corriere dell'Umbria di mercoledì 1 aprile