Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, arbitro di basket internazionale e medico umbro in prima linea contro il Covid-19 a Bari

Guido Giovannetti

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Guido Giovannetti, arbitro internazionale e di serie A di basket è in prima linea all'ospedale di Bari per salvare chi sta lottando contro il Coronavirus. Il 29enne ternano, figlio di un medico, ha scelto la specializzazione in cardiologia e si trova da qualche anno a Bari, ma adesso è stato trasferito nel reparto per malati Covid-19. "Ora la situazione è molto dura e cambia ogni giorno", ha dichiarato Giovannetti, arbitro della FIBA dal 2017. "Il governo chiede sempre più aiuto ai medici. Nel mio caso personale, sto lavorando all'ospedale di Bari e in precedenza ero nel dipartimento di cardiologia, ma ora sono stato trasferito in un altro reparto per i pazienti Covid-19. Il vero problema è che non sappiamo quando finirà perché in alcune parti d'Italia, come la Lombardia, Milano, forse la situazione sta già arrivando al culmine, mentre la nostra paura è che al sud la situazione non stia diminuendo e forse le persone che si sono spostate da nord a sud lo hanno diffuso. Semplicemente non lo sappiamo, ma i numeri suggeriscono che stiamo aumentando".  A Guido Giovannetti e alla sua collega Silvia Marziali, anche lei arbitro internazionale che lavora in corsia in prima linea a Roma, sono arrivati i complimenti del presidente della Fip Gianni Petrucci e della Federazione internazionale di basket (Fiba). "Le vite di così tante persone sono state capovolte nel mondo a causa della pandemia di Covid-19, e specialmente in Italia, un paese in cui sono stati confermati 100.000 casi di malattia e oltre 11.000 decessi. Per due arbitri della Fiba, Silvia Marziali e Guido Giovannetti, la crisi li ha portati fuori dal campo da basket. Entrambi hanno invece rivolto tutta la loro attenzione alla loro principale occupazione come medici per aiutare nella lotta contro il Coronavirus".