Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, i morti di Città di Castello sono dieci. Cerimonia con sindaco e vescovo

Felice Fedeli
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, Città di Castello piange dieci vittime. “Un momento toccante, importante, di cordoglio e ricordo di tutte le vittime del Covid 19  che oggi unisce più che mai tutto il paese, la regione e la nostra comunità locale. Rinnoviamo alle famiglie che hanno perso un proprio caro, anche a Città di Castello, la vicinanza delle istituzioni e ci stringiamo con affetto e gratitudine a tutti coloro, a vari livelli, impegnati in questa battaglia ormai planetaria nel fronteggiare la pandemia. Tutti insieme nel rispetto delle regole e protocolli sanitari, ne usciremo più forti e consapevoli di quello che abbiamo dovuto affrontare.” E' quanto dichiarato dal sindaco, Luciano Bacchetta, martedì 31 marzo di fronte al palazzo comunale in piazza Gabriotti (dove sono state esposte le bandiere a mezz'asta), insieme al vescovo Domenico Cancian, al termine del minuto di raccoglimento e vicinanza del Paese intero alle famiglie delle vittime del Coronavirus.