Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, assalto ai supermercati: i prodotti più acquistati. Cosa finisce nel carrello della spesa

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Fare la spesa ai tempi del Coronavirus. Nell'assalto dell'ultima settimana ai supermercati, sappiamo cosa è finito dei carrelli della spesa degli italiani che si difendono dal Coronavirus stando in casa, con una delle poche uscite ammesse, per comprare generi alimentari. Nielsen ha infatti diffuso i dati dei prodotti più acquistati dagli italiani nella settimana che va dal 9 al 15 marzo. Per approfondire leggi anche: Coronavirus, supermercati svuotati a Washington L'"effetto stock" va, necessariamente, per la maggiore. Quindi la gente si rifornisce di latte a lunga conservazione (+62,2%, 14,1 milioni in più settimana su settimana), pasta (+65,3%), conserve animali (+56,0%) e farina (+185,3%), prodotti per l'igiene e la salute con gli acquisti di guanti +362,5% (per un totale di 7,4 milioni), detergenti superfici (+49,7%), carta igienica (+43,3%), carta casa (+52,4%) e sapone per le mani. Candeggina raddoppia (+99,9%) e le salviettine umidificate segnano un rialzo del +196%, meglio di alcol denaturato (+169,2%), termometri (+115,9%) e fazzolettini di carta (+43,1%). Questo è anche il tempo per rimpiazzare - fra le mura di casa - l'aperitivo che prima si faceva nei locali. Così quei prodotti funzionano: affettati (+32,4%), mozzarelle (+43,4%), patatine (+31,3%), birre alcoliche (+13,8%). Gli italiani, provano a resistere così.