Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, drammatico video messaggio del sindaco di Gualdo Tadino: "Ma dove cazzo andate?"

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

"Siete degli irresponsabili, degli emeriti cretini". E' un messaggio drammatico quello del sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, per parlare del contagio da Coronavirus che sta colpendo l'Umbria e l'Italia. "Stiamo rischiando tutti la pelle, restate a casa", sono solo alcuni degli appelli che il primo cittadino fa nel video messaggio dove parla di cittadini in fila alle Poste o di "cani con la prostata". Non battute, ma un appello veemente, l'ennesimo, per convincere quella minoranza che ancora si ostina a uscire tutti i giorni o più volte al giorno. Uno al momento il caso di Covid-19 a Gualdo Tadino, ma in tutta l'Umbria, a cominciare dalla vicina Gubbio, i contagi crescono di giorno in giorno, così come i decessi.