Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il grido di allarme di Fontana: "Se continua così rischiamo di non poter aiutare tutti"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

il presidente di Regione Lombardia, Attlio Fontana, a 'Piazzapulita' su LA7, nella tarda serata di ieri giovedì 19 marzo, ha esternato tutta la preoccupazione per l'emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus. Per approfondire leggi anche: Fontana: "Ci servono 300 mila mascherine al giorno" "La cosa che mi preoccupa è che i nostri medici e i nostri infermieri sono allo stremo e non sono nelle condizioni di reggere lo stress e a questa difficoltà fisica e psicologica ancora a lungo. Si arriverà a non essere in grado di aiutare tutti: questo è il rischio sempre che non si riesca ad invertire", ha detto a Corrado Formigli. "Sono rimasti pochissimi posti di terapia intensiva negli ospedali lombardi. Ormai siamo quasi alla fine. Stiamo cercando di continuare ad aprire nuovi letti di terapia intensiva ma ci mancano i respiratori", ha detto il presidente di Regione Lombardia.  "Adesso c'è un impegno che si è assunto il commissario del governo Arcuri: entro lunedì dovrebbe farcene avere 140, uso il condizionale perché ancora non sono arrivati. Con le nostre forze li stiamo inseguendo in giro per il mondo e domani dovrebbero arrivarne alcuni dal mercato internazionale", ha argomentato ancora drammaticamente.