Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Apple chiude in tutto il mondo al di fuori della Cina e dona 15 milioni per aiutare le guarigioni

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

La Apple chiude i suoi negozi in tutto il mondo tranne che i 42 in Cina. Lo annuncia il Ceo della compagnia, Tim Cook, sul suo profilo twitter: "Nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità, dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19. Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Grande Cina fino al 27 marzo e impegnerà 15 milioni di dollari per aiutare le guarigioni in tutto il mondo", scrive Cook sul social. Il colosso ha annunciato che - laddove possibile - tutti i propri dipendenti dovrebbero passare a forme di lavoro da remoto, mentre "quelli il cui lavoro richiede loro di essere sul posto dovranno massimizzare lo spazio interpersonale". "Tutti i nostri dipendenti continueranno a ricevere stipendi in linea con le normali attività commerciali. Abbiamo ampliato le nostre politiche sui congedi per adattarsi alle circostanze di salute personale o familiare create da Covid-19", conclude Apple. Leggi anche: Coronavirus, nel mondo quasi 5.500 morti.