Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, cosa cambia per i dipendenti pubblici: lo smart working diventa "modalità ordinaria"

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Smart working per i dipendenti pubblici. E' questa la modalità di lavoro da privilegiare nelle pubbliche amministrazioni in base al decreto del presidente del Consiglio dei ministri dell'11 marzo per l'emergenza Coronavirus. "Fatte salve le attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza, le pubbliche amministrazioni assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente", si legge nel decreto (punto 6 dell'articolo 1). Le amministrazioni inoltre individuano "le attività indifferibili da rendere in presenza". Il decreto invita a utilizzare lo smart working o lavoro agile "per tutte le attività non sospese".   Leggi anche Che cos'è lo smart working