Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, albergatore polacco nega ingresso in hotel a italiani. Il racconto di un imprenditore umbro

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Un albergo di Varsavia si è rifiutato di ospitare gli italiani che sarebbero dovuti arrivare in Polonia per la masterclass sul vino. L'evento è stato così annullato. A ripercorre  l'episodio è Luciano Cesarini, l'inventore di Rossobastardo (la cui cantina si trova a Bastardo di Giano dell'Umbria) che racconta dei grandi disagi che anche la filiera sta sopportando in questo periodo. "Come hotel non siamo in grado di garantire la massima sicurezza durante l'evento - si legge nella mail spedita dall'albergatore polacco - per non parlare della paura del nostro personale di servire ospiti dall'Italia". Il settore del vino in Umbria regge ma i produttori sono spaventati di quello che potrà essere l'immediato futuro. La filiera, purtroppo, non resta immune al Coronavirus tra eventi e fiere cancellati, disdette in massa dei turisti, ristoranti semi vuoti, merci non consegnate e difficoltà logistiche.