Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Bologna-Juventus del 13 marzo a porte chiuse: controlli sanitari e niente conferenze stampa

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Emergenza coronavirus, il Bologna adotta restrizioni in vista del match interno con la Juventus, in programma venerdì 13 marzo alle ore 20.45 a porte chiuse, e in applicazione del decreto governativo per il covid-19. Rilevazione della temperatura da parte di un servizio medico sanitario all'ingresso allo stadio, nessuna conferenza stampa, niente interviste pre e post partita, mixed zone e sala stampa off limits, giornalisti in tribuna stampa a due metri di distanza, sono alcune delle misure.  La società rossoblù fa sapere, inoltre, che chi è autorizzato ad accedere al Dall'Ara deve autocertificare che abbia «attivato le misure di controllo e prevenzione necessarie al fine di ridurre il contagio del COVID19». Per approfondire leggi anche: Juventus, misure anti contagio Ad eccezione del fotografo ufficiale dei due club, tutti gli altri fotografi non potranno accedere a bordocampo ma saranno sistemati in tribuna stampa. Sarà accreditato solo un giornalista per testata in virtù della limitazione numerica imposta dalla Lega Serie A e, in ogni caso, «vige la discrezionalità del club nell'accettazione o meno della richiesta di accredito». Le richieste di accredito inviate finora non sono valide, le testate dovranno fare una nuova richiesta esclusivamente via mail a comunicazione bolognafc.it con richiesta di conferma di lettura entro e non oltre le 13 di lunedì 9 marzo.