Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Mattarella nel videomessaggio alla nazione: "No ad ansie controproducenti, serve responsabilità"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un videomessaggio alla Nazione, sull'emergenza Coronavirus ha detto che "dobbiamo assolutamente evitare stati di ansia immotivati e controproducenti: siamo un grande Paese moderno, abbiamo un eccellente sistema sanitario nazionale che sta operando con efficacia e con la generosa abnegazione del suo personale a tutti i livelli professionali". Per approfondire leggi anche: Altri 41 morti in Italia Mattarella ha detto che "supereremo la condizione di questi giorni. Anche attraverso la necessaria adozione di misure straordinarie per sostenere l'opera dei sanitari impegnati costantemente da giorni e giorni: misure per l'immissione di nuovo personale da affiancare loro e per assicurare l'effettiva disponibilità di attrezzature e di materiali, verificandola in tutte le sedi ospedaliere. Il Governo - cui la Costituzione affida il compito e gli strumenti per decidere - ha stabilito ieri una serie di indicazioni di comportamento quotidiano, suggerite da scienziati ed esperti di valore. Sono semplici ma importanti per evitare il rischio di allargare la diffusione del contagio. Desidero invitare tutti a osservare attentamente queste indicazioni: anche se possono modificare temporaneamente qualche nostra abitudine di vita. Rispettando quei criteri di comportamento, ciascuno di noi contribuirà concretamente a superare questa emergenza. Lo stanno facendo con grande serietà - ha aggiunto il Capo dello Stato - i nostri concittadini delle zone cosiddette rosse. Li ringrazio per il modo con cui stanno affrontando i sacrifici cui sono sottoposti. Il momento che attraversiamo richiede coinvolgimento, condivisione, concordia, unità di intenti nell'impegno per sconfiggere il virus: nelle istituzioni, nella politica, nella vita quotidiana della società, nei mezzi di informazione" ha ancora aggiunto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.