Magistrati candidati

19 gennaio 2013

19.01.2013 - 15:26

0

Strano paese l’Italia. Suscita scandalo la candidatura annunciata di un numero ridotto di magistrati. Nove in tutto, che hanno chiesto, come la legge prevede, il collocamento in aspettativa al Consiglio superiore della magistratura. Meno problematica sembra la candidatura di inquisiti, rinviati a giudizio, condannati in primo o in secondo grado anche per gravi reati. Ma esiste un divieto costituzionale o legislativo alla candidatura dei magistrati? La risposta è negativa. La Costituzione garantisce l'accesso alle cariche pubbliche a tutti i cittadini ed è un po' difficile negare tale qualifica ai magistrati. L'unico limite è quello dell'art. 98 terzo comma, il quale prevede che la legge possa "stabilire limitazioni al diritto di iscriversi ai partiti politici" per magistrati, militari di carriera in servizio, funzionari e agenti di polizia, rappresentanti diplomatici e consolari all' estero. Tutte professioni che devono essere svolte con assoluta imparzialità. Per i magistrati un decreto legislativo del 2006 ha stabilito che non solo l'iscrizione, ma anche "la partecipazione continuativa a partiti politici" costituisce un illecito disciplinare sanzionabile dal CSM. Ciò non esclude che i magistrati possano in quanto cittadini esprimere opinioni politiche, in particolare sulla politica della giustizia, ma queste non devono riguardare le inchieste giudiziarie o i processi nei quali il magistrato sia impegnato. E devono essere manifestate con cautela e senso di equilibrio per evitare una eccessiva esposizione mediatica lesiva della sua immagine. Ma tutto ciò riguarda il magistrato che esercita le funzioni giurisdizionali. Non chi decide di candidarsi ad una carica politica, e quindi ha l'obbligo di chiedere l'aspettativa. Che da sola non basta. Occorrono limiti ulteriori tali da salvaguardare anche l'immagine di imparzialità del magistrato sia prima che dopo la sua candidatura. Così per le elezioni parlamentari i magistrati non sono eleggibili nelle circoscrizioni nelle quali hanno esercitato l'attività giurisdizionale in un periodo compreso nel sei mesi che precedono l'accettazione della candidatura. E , se non eletti, non possono esercitare per cinque anni le loro funzioni nella circoscrizione elettorale dove erano candidati. Queste limitazioni andrebbero irrobustite. Si potrebbe stabilire un divieto assoluto di candidatura in tutte le circoscrizioni nelle quali il magistrato abbia operato. E quello di esercitare dopo le elezioni nella circoscrizione in cui ci si è candidati. Meglio sarebbe se chi abbia assunto importanti cariche politiche di vertice nel Parlamento o nel Governo abbandonasse la magistratura. Una cosa è certa: analoghe limitazioni non esistono per l'accesso dei magistrati a cariche politiche locali e regionali. Si tratta di una lacuna che il CSM segnalò con una sua risoluzione all'inizio del 2010 e che richiederebbe l'intervento del legislatore. Il quale dovrebbe regolamentare con maggiore severità anche la prassi, molto gradita alla politica, del collocamento fuori ruolo di magistrati "amici" addetti a compiti di diretta collaborazione con personalità politiche. Ciò detto, il fenomeno della candidatura di magistrati in epoca repubblicana è stato molto circoscritto. Basti dire che nell'ultima legislatura i magistrati in aspettativa in quanto parlamentari erano sette in tutto. E ricordare che in epoca liberale i magistrati erano di nomina governativa e spesso provenivano dalla politica e con una certa frequenza assumevano ruoli parlamentari e di governo. A fronte di un fenomeno così limitato e che può essere ulteriormente regolamentato fa specie che quasi nessuno parli della presenza in Parlamento degli avvocati. Che nell'ultima legislatura erano 134, costituendo di gran lunga la categoria professionale più rappresentata. Ovviamente gli avvocati hanno il pieno diritto di candidarsi e di diventare parlamentari, ma, a differenza di altre categorie professionali, possono continuare a svolgere la loro professione. Gli unici limiti riguardano l'ineleggibilità di rappresentanti e consulenti legali di società e imprese che abbiano rapporti di affari con lo Stato. Quindi gli avvocati parlamentari possono difendere imputati di delitti contro la pubblica amministrazione o di gravi reati, anche collegati alla grande criminalità. Dipiù: possono in quanto parlamentari proporre leggi che consentano loro di "vincere" i processi e di ottenere la prescrizione per imputati eccellenti. Tutto ciò è intollerabile per l'immagine della stessa avvocatura. Basterebbe poco: stabilire il divieto di esercitare la professione nel corso del mandato, almeno per quel che riguarda il patrocinio per gli imputati di reati gravi o contro la pubblica amministrazione. A meno che per evitare di affrontare la questione non si preferisca continuare a parlare dello "scandalo" dei nove magistrati candidati.


Mauro Volpi
Docente di Diritto Costituzionale
all’Università di Perugia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Stella Manente, sexy pupa di Italia1 parla di sesso a Barbara Alberti e posta il video: "Non è stato facile"
Le immagini

Stella Manente, sexy pupa di Italia1 parla di sesso a Barbara Alberti e posta il video: "Non è stato facile"

Stella Manente è la stella de La Pupa e il Secchione e viceversa 2020. Certo la più seguita con follower che aspettano i suoi video su Instagram. Per approfondire leggi anche: Stella Manente posta video bollente dei fan (video) Stella, dopo la terza puntata del programma andato in onda su Mediaset martedì scorso, ha pubblicato diversi video dei fans. Ha quindi deciso di postare quello dove parla ...

 
Di Maio: "Meglio ingenuo che imbroglione, continuo a pensarlo nonostante il tradimento di Salvini"

Di Maio: "Meglio ingenuo che imbroglione, continuo a pensarlo nonostante il tradimento di Salvini"

(Agenzia Vista) Roma, 22 gennaio 2020 Di Maio: "Meglio ingenuo che imbroglione, continuo a pensarlo nonostante il tradimento di Salvini" "Meglio ingenuo che imbroglione, continuo a pensarlo nonostante il tradimento di Salvini". Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervenuto in conferenza stampa al Tempio di Adriano dove ha annunciato le sue dimissioni da capo politico del Movimento 5 ...

 
Di Maio si dimette da capo politico e cita Aldo Moro: "Dobbiamo essere coraggiosi e fiduciosi"

Di Maio si dimette da capo politico e cita Aldo Moro: "Dobbiamo essere coraggiosi e fiduciosi"

(Agenzia Vista) Roma, 22 gennaio 2020 Di Maio si dimette da capo politico e cita Aldo Moro: "Dobbiamo essere coraggiosi e fiduciosi" "Dobbiamo essere coraggiosi e fiduciosi". Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervenuto in conferenza stampa al Tempio di Adriano dove ha annunciato le sue dimissioni da capo politico del Movimento 5 Stelle. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev ...

 
Migranti, Lamorgese: "Integrazione fondamentale per sicurezza"

Migranti, Lamorgese: "Integrazione fondamentale per sicurezza"

(Agenzia Vista) Roma, 22 gennaio 2020 Migranti, Lamorgese: "Integrazione fondamentale per sicurezza" Nella Sala Koch di Palazzo Madama, l’incontro “Promuovere e integrare”, su iniziativa dell’Ente Nazionale per il Microcredito in occasione del Progetto F.A.S.I. “Formazione, autoimprenditoria e start-up per immigrati regolari” e della ricerca “Migrazioni e appartenenza religiosa” dell’Università ...

 
Bonolis, polemica sulle battute in tv: "Il gol è valido solo se segna la Juve". Tifosi arrabbiati. VIDEO

Televisione

Bonolis, polemica sulle battute in tv: "Il gol è valido solo se segna la Juve". Tifosi arrabbiati. VIDEO

I tifosi bianconeri non l'hanno presa proprio bene. Sui social è rivolta sulle le battute del conduttore Paolo Bonolis sulla Juventus, tirata in ballo quando ha fatto delle ...

23.01.2020

Stella Manente, sexy pupa di Italia1 parla di sesso a Barbara Alberti e posta il video: "Non è stato facile"

Le immagini

Stella Manente, sexy pupa di Italia1 parla di sesso a Barbara Alberti e posta il video: "Non è stato facile"

Stella Manente è la stella de La Pupa e il Secchione e viceversa 2020. Certo la più seguita con follower che aspettano i suoi video su Instagram. Per approfondire leggi ...

23.01.2020

Italia's Got Talent, Joe Bastianich oltre la cucina: l'esibizione con chitarra e microfono. Il video

Televisione

Italia's Got Talent, Joe Bastianich oltre la cucina: l'esibizione con chitarra e microfono. Il video

C'è stata anche l'esibizione di Joe Bastianich nella seconda puntata di Italia's Got Talent 2020, in onda tutti i mercoledì in prima serata su Tv8. Il noto chef statunitense, ...

22.01.2020