Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Contact Eye, contatto visivo per far nascere empatia

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

E' basata sul contatto visivo l'esperienza di rilassamento profondo che l'attore e performer tifernate Stefano Francoia, referente italiano di Eye-Contact Experiment, propone nel fine settimana sia a Sansepolcro che a Città di Castello. Oggi 10 settembre nel capoluogo biturgense presso Il campaccio e domenica 11 settembre presso il Parco Alexander Langer della sua città, dalle 17 alle 20, con ingresso gratuito e libero a partire da 14 anni. L'esperimento del contatto visivo nasce in Australia e in poco tempo si è diffuso in tutto il mondo: “La formula è questa” spiega Francoia: “Un gruppo di persone si incontra in un luogo, si divide in coppie, si siede in silenzio e, dopo aver aperto la propria sensibilità, sta occhi negli occhi in silenzio per un minuto. La comunicazione empatica e intuitiva fa il resto permettendo dei momenti di intensità emotiva, di lucidità relazionale e di benessere psicofisico intensi”. Che cosa c'entri con il suo mestiere di attore è presto detto: “Come nelle arti drammatiche, il lavoro principale va fatto sulle emozioni. Insegno la tecnica del contatto visivo, di scuola americana, nelle accademie italiane e sta avendo molto seguito”. Alla fine della seduta di Eye-Contact è previsto un pic nic di consapevolezza in cui ognuno potrà portare qualcosa da mangiare da condividere con gli altri.