Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In giro falsi ispettori dell'Enpa

Pa.Pul.
  • a
  • a
  • a

Enpa in allerta per quanto sta accadendo nella zona di Città di Castello con falsi ispettori che si presentano con un loro tesserino nelle abitazioni, ma nel contempo sono in allerta anche i cittadini, saputo che non sono loro volontari, e quindi adesso associano queste visite a possibili pali delle bande dei ladri in appartamento. Il primo allarme come detto arriva direttamente della dirigenza dell'Enpa che gestisce il canile comprensioriale di Lerchi. Via facebook e sul suo sito istituzionale si legge “In questi giorni è successo che qualcuno si è presentato a casa di privati cittadini possessori di cani chiedendo di entrare per poter controllare lo stato di benessere del cane. Ha fatto questo mostrando un “tesserino del canile”. Volevamo precisare che nessuno dei responsabili della sezione Enpa Città di Castello (attuale gestore del canile comprensoriale di Lerchi), né tantomeno i nostri volontari vanno per le case a fare controlli di questo genere. Se riceviamo segnalazioni o noi stessi notiamo casi di maltrattamento, vengono allertate le autorità di competenza che si recano a verificare presso le abitazioni. Inoltre non esiste un “tesserino del canile”. Quindi se vi capiterà di ricevere visite simili, chiedete che vi siano mostrati i documenti e avvisateci subito al seguente numero 348 9218701”. Per cercare di contattare più persone possibili al termine del messaggio su facebook l'Enpa sottolinea “Condividete per informare più persone possibile! Grazie”. Come detto adesso è scattato anche un altro allarme che già c'è per sua natura e riguarda il fatto che coloro i quali, in buona fede, credendo davvero di ricevere dei volontari dell'Enpa che si interessavano alla salute dei loro cani li hanno fatti entrare in casa, anche se nessuno di questi ha presentato una denuncia di furto, adesso loro stessi temono che questa visita di falsi ispettori Enpa possa essere servita per scoprire come è l'appartamento, come vi si accede, se il cane è da guardia o meno, se ci sono sistemi di allarme, inferriate alla finestre. Una cosa di buona logica sarebbe auspicabile, otre che avvisare l'Enpa attraverso il numero di cellulare segnalato forse è altrettanto importante chiamare il 112 o il 113 e dare l'allarme pure alle forze dell'ordine perchè almeno queste persone con questi tesserini abusivi sarebbero subito schedate.