Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Due Mari, il progetto torna ad Anas: nuovo tracciato per la E78

Sandra Biscarini
  • a
  • a
  • a

Il contraente che aveva avanzato la propria candidatura come soggetto promotore per costruire con risorse proprie la Due Mari ha perso interesse e il progetto della E78 è tornato in capo all'Anas. L'ennesimo “colpo di scena” nella decennale storia della Due Mari, ha dato il là ad un summit al ministero delle Infrastrutture tra il vice ministro Riccardo Nencini, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, l'assessore alle infrastrutture della Regione Umbria Giuseppe Chianella, i tecnici di Anas e il presidente di “Centralia” Guido Perosino. “Nel prendere atto della nuova situazione - ha affermato l'assessore regionale Chianella - i soggetti istituzionali hanno convenuto sulla necessità di confermare il massimo impegno per giungere comunque al completamento di un'opera da tutti considerata prioritaria dando mandato all'Anas di avviare immediatamente la revisione della progettazione e avviare i cantieri nel più breve tempo possibile”. Nuovo tracciato, dunque, e riduzione drastica dei tempi. Il nuovo progetto prevede interventi di ammodernamento di alcuni tratti invece della sostituzione parziale o totale di quelli esistenti limitando così la realizzazione di nuove opere più impattanti per il territorio e il completamento e la messa in sicurezza della galleria della Guinza. Secondo le previsioni di Anas, la progettazione sarà completata entro l'anno per renderne possibile l'inserimento nella programmazione 2016 - 2020 che verrà effettuata tra Mit e Anas. Ciò potrà consentire il completamento dell'arteria entro il 2020.