Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lamberto accompagnato in duomo dai suoi amici, il pusher: "Potevo morire pure io"

La bara portata in duomo (Foto Belfiore)

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

"La droga era per tutti, l'ho presa pure io. Potevo morire anche io". Sono queste le parole che il ragazzo di 19 anni di Città di Castello, denunciato dai carabinieri per spaccio e morte come conseguenza di altro reato dopo il decesso del 16enne Lamberto Lucaccioni, avrebbe detto all'avvocato Eugenio Zaganelli che cura, insieme al padre, i suoi interessi. LEGGI Morte di Lamberto, il 19enne denunciato: gli trovai altra droga da un pusher nel locale Il legale parla di una famiglia distrutta dal dolore, chiusa in casa da quando lo studente, diplomato da poche settimane con ottimi voti, è stato individuato come il pusher che ha ceduto dell'Mdma a Lamberto prima della partenza per Riccione e la morte arrivata in ospedale a seguito di un malore accusato all'interno della discoteca Cocoricò. LEGGI L'assurda morte di Lamberto in 3 grammi di Mdma Lamberto era un suo amico e proprio per questo il giovane ha anche pensato di andare al funerale fissato per venerdì alle 17, idea poi accantonata. LEGGI Lamberto, ecco i risultati dell'autopsia. Venerdì funerali con lutto cittadino Città di Castello, intanto, si prepara a dare l'addio a Lamberto Lucaccioni. Il feretro del ragazzino è arrivato in duomo nel primo pomeriggio di giovedì, portato all'interno della chiesa dai suoi amici. LEGGI Lamberto è arrivato in duomo, la bara portata dagli amici e GUARDA le FOTO 1 - FOTO 2 Al seguito i genitori straziati dal dolore (LEGGI I genitori di Lamberto chiedono verità: "Diteci cosa è successo") insieme a una folla di parenti, amici o semplici cittadini che hanno voluto dedicare una preghiera o un pensiero a quel ragazzo, stroncato da un doppio edema causato, con tutta probabilità, dall'assunzione massiccia di ecstasy. In occasione dei funerali il sindaco Luciano Bacchetta ha proclamato il lutto cittadino, con i negozianti del centro che abbasseranno le saracinesche in concomitanza con le esequie. Annullate anche tutte le manifestazioni previste per la serata di giovedì.