Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Picchia la moglie davanti ai figli piccoli

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

La polizia di Città di Castello ha denunciato un cittadino tifernate di 53 anni per lesioni personali, maltrattamenti in famiglia e minaccia. L'uomo, sposato con una donna ucraina, da tempo sottoponeva la moglie a continui maltrattamenti, provocandole in diverse occasioni lesioni e stati d'ansia. Il terrore che potesse in qualche maniera coinvolgere nella spirale di violenza i figli nati dal loro matrimonio, ha impedito alla donna di denunciare l'accaduto. In preda all'alcol, una sera il tifernate ha picchiato la moglie davanti ai figli, e di fronte ad un timido accenno di reazione della donna, ha minacciato lei e i due piccoli, rispettivamente di 7 e 4 anni. La donna ha trovato a questo punto la forza ed il coraggio di denunciare l'accaduto agli uomini del Commissariato. Ne è scaturita un'attività investigativa tesa a consolidare quanto dichiarato dalla donna. Le risultanze hanno evidenziato come l'uomo tenesse in un completo stato di sottomissione psicofisica la donna, limitandola anche nelle più semplici relazioni interpersonali con l'esterno. Allontanato dalla casa familiare, al denunciato, pregiudicato per diversi reati, è stato imposto il divieto di avvicinamento.